forum  

progetti e materiali in stock per

cantieri, artigiani, autocostruttori

 

 

 

  

catalogo

progetti e materiali

per costruire la barca

   

  

 

 

     

  

   

  

 

 

 

 

 

    

 

 

  

     

 

 

 

 

  

GUIDA PRATICA ALL' UTILIZZO DI SP 106

 

 

  5 - Rivestire il legno con tessuti e SP 106

 

 

 

SP 106, con l'aggiunta di cariche inerti può essere usato per preparare stucchi resistenti e impermeabili. Per preparare uno stucco occorre per prima cosa miscelare la resina con l'indurente Slow (l'indurente Fast può essere utilizzato solo se si deve stuccare un'area molto piccola) che ci consente tempi di lavorazione abbastanza lunghi; in seguito è necessario aggiungere microsfere fenoliche o microsfere di vetro rispettando le dosi riportate nello schema n° 2

Le microsfere fenoliche sono sfere cave di resina fenolica a bassa densità di colore marrone-rossastro che aggiunte a SP 106 ne abbassano notevolmente il peso specifico in modo da creare uno stucco leggero e facilmente carteggiabile.

Le microsfere dì vetro sono sfere cave di vetro fisicamente rigide, unite a SP 106 forniscono uno stucco particolarmente impermeabile, ideale per le parti immerse dell'imbarcazione, dove non è necessaria una superficie perfettamente liscia (in quanto a causa della loro natura sono molto dure da carteggiare).

 

 

 

 

Schema n° 2 - Come creare stucchi con SP 106 e cariche inerti.

Resina SP 106

Microsfere. fenoliche

Microsfere di vetro

Silice Colloidale

1 parte in volume di 

resina + indurente pre-miscelati

1 parte in volume

 

1/2 parte in volume

1 parte in volume di 

resina + indurente pre-miscelati

 

2 parti in volume

1/2 parte in volume

( esempio: resina e indurente pre-miscelati = 500 ml: sarà necessario aggiungere 500 mi di microsfere fenoliche e 250 mi di silice colloidale: oppure 1000 mi di microsfere di vetro e 250 mi di silice colloidale).

Quando si mescolano le cariche inerti alla miscela resina/indurente è fondamentale aggiungere per prime sempre le microsfere fenoliche o le microsfere di vetro e per ultima la silice colloidale.

 

 

 

 

E' molto importante miscelare bene tutti i componenti fino ad ottenere una consistenza pastosa che andrà trasferita in una vaschetta molto larga o sopra una tavola, in modo da dissipare il calore e aumentare il tempo di lavorabilità.

Fig. 5 - Applicazione dello stucco sullo scafo.   

 

 

 

 

Come applicare lo stucco su differenti superfici

 

Legno e fibra di vetro

Applicare una mano di SP 106 in modo da impregnare  la  superficie;  stendere  immediatamente lo stucco fino quando lo strato di SP 106 è ancora appiccicoso. Se non si riesce ad applicare lo stucco durante questa fase sarà necessario attendere che lo strato di SP 106 raggiunga la catalisi completa (12 - 18 ore), occorrerà quindi carteggiare con carta abrasiva di grana 150 - 180, rimuovere i residui della carteggiatura e sgrassare con il solvente sgrassante SP Solvente A; così avremo creato una superficie con un buon aggancio meccanico, ideale per l'applicazione dello stucco.

 

 

 

Fibra di vetro ricoperta da gel-coat

Carteggiare con carta abrasiva bagnata di grana 150-180, rimuovere le polveri e sgrassare  con un solvente per  la pulizia delle superfici SP Solvente C o con un solvente sgrassante SP Solvente A.

 

 

 

Metalli

Se il metallo risulta sabbiato, è necessario applicare una mano di SP 106 e stuccare quando lo strato è ancora appiccicoso. Come per il legno, se si oltrepassa questo stadio, bisogna attendere che la mano di SP 106 giunga a catalisi completa (12 - 18 ore), poi occorrerà carteggiare con carta abrasiva di grana 150-180, eliminare le polveri della carteggiatura e pulire la superficie con un panno imbevuto di solvente per la pulizia delle superfici SP Solvente C o con un solvente sgrassante SP Solvente A.

Se il metallo è stato precedentemente trattato con un primer, è necessario prima di applicare lo stucco, procedere come se fosse stato trattato con una mano di SP 106 portata a catalisi completa. Tutto ciò serve per creare una superficie con un buon coefficiente di aggancio meccanico.

 

 

 

Stucco poliestere o stucco epossidico

Una superficie precedentemente stuccata deve essere carteggiata con carta abrasiva di grana 40-80 e sgrassata con solvente per la pulizia  SP Solvente C o con solvente sgrassante SP Solvente A.

 

 

 

Fig. 6 - Esempio di carteggiatura dello stucco.

 

 

 

 

 

 

 

Home    catalogo    sommario barche    cantieri    costruzioni    chi siamo     forum     normativa  faq   mappa    contatti