Argomenti AttiviArgomenti Attivi  Mostra la lista degli iscrittiLista Iscritti  CalendarioCalendario  Cerca ne ForumCerca  HelpHelp       RegistratiRegistrati  LoginLogin

 

Home     catalogo materiali    piani di costruzione    vecchio Forum    costruzioni      chi siamo       normativa      faq      mappa

 

PJ14 skiff
 Nautikit Forum :Barche :PJ14 skiff
Message Icon Topic: Il primo Paper Jet in costruzione in Italia Rispondi Invia un nuovo messaggio
<< Prev Page  of 11 Next >>
Author Message
drmacchius
Senior Member
Senior Member


Iscritto: 24 Mag 2008
zona (provincia): Novara
Online Status: Offline
Messaggi: 166
Quota drmacchius Replybullet Posted: 10 Giu 2009 alle 22:20
Originally posted by crispilo

a me verrebbe una gran voglia di usare lo scafo, con un pò di fazzolettature di rinforzo in carbonio nei posti giusti, come base per allestire un International 14...

http://www.youtube.com/watch?v=gSrqNECIDlc
http://www.youtube.com/watch?v=_sWzeJUEmcc

ciao
Crispilo


ma lo scafo non dovrebbe essere almeno una 20ina di centimetri piu lungo perfare una cosa simile? Equipaggio doppio al doppio trapeyio?

Certo che riuscire a realizzare una cosa simile mantenendo la filosofia del paperjat (unico scafo, si cambia solo la vela o in questocaso il rig) sarebbe una cosa ancor piu interessante di quanto non lo sia già.....

ma modifike del genere sono atuabili da chiunque o solo da professionisti....
IP IP Logged
crispilo
Moderator Group
Moderator Group
Avatar

Iscritto: 12 Set 2006
Online Status: Offline
Messaggi: 1478
Quota crispilo Replybullet Posted: 10 Giu 2009 alle 23:01
si terrebbe solo lo scafo del PJ14, e dovresti abbandonare l'intercambiabilità del rig, per ottimizzare tutto all'armo "esagerato" dell' INt14;
 gli Int 14 sono appunto dei 14 piedi, è una classe open, non è un monotipo, quindi se stai nella box rule della classe puoi fare più o meno tutto Wink.
Ma sono davvero l'ultimo step di difficoltà degli skiff, non è di sicuro una barchetta sulla quale imparare.

Era così , per sognare un pò...
 
IP IP Logged
Pavlik
Groupie
Groupie
Avatar

Iscritto: 21 Nov 2008
Online Status: Offline
Messaggi: 61
Quota Pavlik Replybullet Posted: 11 Giu 2009 alle 09:27
Crispilo, ho guardato il video..... Però visivamente il 49er mi sembra più esasperato dell' Int 14. Ma forse è una mia impressione.

Però il discorso era un po' quello che avevo fatto all' inizio del 3D: ovvero la possibilità di utilizzarlo in doppio. Con un solo trapezio e magari anche al doppio trapezio. Naturalmente le misure andrebbero riviste, e sicuramente un doppio trapezio richiederebbe un albero di un certo livello associato a rinforzi nelle zone di attacco albero allo scafo, sartie, ecc.... Ma penso che con l'autocostruzione le cose resterebbero abbastanza alla portata.

E qua un piccolo OT..... Mi pare che nel "catalogo" manchi un bel daysailer, che mi pare sti diventando di moda. Un 26 piedi con pozzetto lungo e spaziosi, specchio di poppa aperto e tuga minimalista a nascondere una piccola zona per 4 cuccette e fornellino per un eventuale campeggio nautico..... Ho stimolato la creatività di qualche designer !?
IP IP Logged
crispilo
Moderator Group
Moderator Group
Avatar

Iscritto: 12 Set 2006
Online Status: Offline
Messaggi: 1478
Quota crispilo Replybullet Posted: 11 Giu 2009 alle 13:48
Crispilo, ho guardato il video..... Però visivamente il 49er mi sembra più esasperato dell' Int 14. Ma forse è una mia impressione.


beh siamo lì, sono due missili a vela


E qua un piccolo OT..... Mi pare che nel "catalogo" manchi un bel daysailer, che mi pare sti diventando di moda. Un 26 piedi con pozzetto lungo e spaziosi, specchio di poppa aperto e tuga minimalista a nascondere una piccola zona per 4 cuccette e fornellino per un eventuale campeggio nautico..... Ho stimolato la creatività di qualche designer !?


i daysailer sono moooolto trendy, ma poi li vedi solo sulle riviste di nautica, nei marina non ne vedi uno; perchè quando vai a pensare che un daysailer di 26-30 piedi, senza interni, ti costa praticamente quanto un crociera della stessa lunghezza, ti fai due conti...

crispilo
IP IP Logged
Pavlik
Groupie
Groupie
Avatar

Iscritto: 21 Nov 2008
Online Status: Offline
Messaggi: 61
Quota Pavlik Replybullet Posted: 11 Giu 2009 alle 14:17
Originally posted by crispilo



i daysailer sono moooolto trendy, ma poi li vedi solo sulle riviste di nautica, nei marina non ne vedi uno; perchè quando vai a pensare che un daysailer di 26-30 piedi, senza interni, ti costa praticamente quanto un crociera della stessa lunghezza, ti fai due conti...



Infatti è per questo che pensavo all' autocostruzione. Se ce lo si fa da soli, si toccano con mano i risparmi: tempo nella costruzione, allestimenti interni. E' pur vero che il grosso delle spese sono le attrezzature: vele, albero, winches che sono legati alle dimensioni.....

Però credo che un PJ più lungo, con una piccola tuga che dia riparo per dormire.... incrociato con l'idea 19, ma magari 24-26 piedi... Insomma... credo che ci sia lo spazio nell' autocostruzione per una qualcosa del genere....
IP IP Logged
maurob
Senior Member
Senior Member
Avatar

Iscritto: 14 Nov 2007
zona (provincia): Ravenna
Online Status: Offline
Messaggi: 105
Quota maurob Replybullet Posted: 11 Giu 2009 alle 14:38
Vedo con piacere interesse anche verso il PJ14.
Crispilo, dove metteresti i giusti rinforzi? Non voglio esagerare tanto da strizzare l'occhio all'International 14 mi basta non commettere leggerezze da dover correre al riparo a barca finita. Sarebbe troppo tardi.

Intanto Domenica nastrerò col biassiale i pannelli della coperta.

Spero sia sufficientemente robusto lo specchio di poppa, fisserò gli agugliotti con dadi, bulloni e grandi rondelle. Ma questa zona è ancora aperta e posso intervenire.
Considera che il timone, largo 16,5cm., si immerge per circa 65cm. , si sfila come la deriva ed in caso di urto esce da dietro tipo quello del Topcat per intenderci.

Ho 10mq. di tessuto 86g/mq del kit , non previsto nel progetto. Una parte è finita sotto coperta, col resto è il caso di rivestire l'opera viva della carena?
Oppure la coperta dove ci si siede e si cammina? Oppure nulla e mi risparmio di portare a spasso peso inutile?

Per quanto riguarda i tappi d'ispezione ne è previsto uno a prua ed uno a poppa, così da assicurare la circolazione dell'aria.

alla prossima
Ciao Mauro
IP IP Logged
crispilo
Moderator Group
Moderator Group
Avatar

Iscritto: 12 Set 2006
Online Status: Offline
Messaggi: 1478
Quota crispilo Replybullet Posted: 11 Giu 2009 alle 17:59
mmm, a memoria i punti stressati sugli skiff sono:
  • attacchi timone a scafo, se non è previsto raddoppierei lo spessore del compensato su una fazolettatura intorno a dove monti gli agugliotti
  • attacco cinghie del timoniere in pozzetto (non se il timoniere è al trapezio)
  • attacco torretta scotta randa
  • golfari di attacco dell'archetto scotta randa
  • attacco strallo di prua e sartie
  • golfare di attacco scotta gennaker (specie se la sxcotta entra ed esce facendo un angolo di 180°)
su questi punti puoi decidere di raddoppiare lo spessre del compnsato (da sotto il piao coperta) oppure rinforzare laminando dei "tondi" di biassiale in più strati; per tutti i fissaggi ovviamente cercherei sempre di usare bulloni passanti e rondellelarghe, ed evitare, salvo non si possa fare altrimenti le viti autofilettanti.
IP IP Logged
maurob
Senior Member
Senior Member
Avatar

Iscritto: 14 Nov 2007
zona (provincia): Ravenna
Online Status: Offline
Messaggi: 105
Quota maurob Replybullet Posted: 12 Giu 2009 alle 06:02
Mille Grazie Crispilo, il progetto si rifà praticamente gia ai tuoi consigli, tanto meglio.
Cosa faresti tu col tessuto 86g/mq del kit?
mauro
IP IP Logged
crispilo
Moderator Group
Moderator Group
Avatar

Iscritto: 12 Set 2006
Online Status: Offline
Messaggi: 1478
Quota crispilo Replybullet Posted: 12 Giu 2009 alle 13:39
Originally posted by maurob

Mille Grazie Crispilo, il progetto si rifà praticamente gia ai tuoi consigli, tanto meglio.
Cosa faresti tu col tessuto 86g/mq del kit?
mauro


avevo pochi dubbi , vista la pignoleria con la quale Dix redige i progetti.
Con il tessuto ci rivestirei lo scafo esternamente, l'aggravio di peso, 2kg, è trascurabile e ti crei un pò più di resistenza ad abrasioni e graffi "da spiaggia".

buon lavoro
Crispilo

IP IP Logged
Leo
Moderator Group
Moderator Group
Avatar

Iscritto: 05 Ago 2006
Online Status: Offline
Messaggi: 936
Quota Leo Replybullet Posted: 12 Giu 2009 alle 15:51
Originally posted by crispilo

Con il tessuto ci rivestirei lo scafo esternamente, l'aggravio di peso, 2kg, è trascurabile e ti crei un pò più di resistenza ad abrasioni e graffi "da spiaggia".
 
E' esattamente lo scopo per il quale è stato inserito questo tessuto così leggero:
nessuna funzione di rinforzo, semplicemente un minimo di resistenza al taglio.
 
Leo
 
 
IP IP Logged
<< Prev Page  of 11 Next >>
Rispondi Invia un nuovo messaggio
Versione Stampabile Versione Stampabile

Tu non puoi inviare nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi cancellare i tuoi messaggi
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
Tu non puoi creare sondaggi
Tu non puoi votare i sondaggi

Bulletin Board Software by Web Wiz Forums version 8.03
Copyright ©2001-2006 Web Wiz Guide