<--- Mostra la lista dei messaggi Rispondi versione stampabile

Titolo: paterazzo strano e pazzo
Messaggio inviato il: 18/03/04 20:03
Autore: Riccio
Totale risposte: 1
Messaggi:
ciao a tuuuttttti
leggendo le descrizioni sull'IDEA,ho notato che nella siegazione del piano velico,viene escluso l'armo del paterazzo per poter usare una randa molto allunata.
HO però notato che su altre imbarcazioni si ovvia all'allunamento della vela, alternando l'uso di due paterazzi.
Da bravo neofita vi domando se questa mancanza non vada ad influire sul giusto assetto dell'albero e delle vele,con venti allegri e se possibile effettuare la modifica al momento della costruzione dello scafo.
a presto
Riccio

Risposte:
20/03/04 14:50  - Crispilo

volanti e paterazzi: sui mini 6.50 per esempio si usano di norma due volanti alte (o paterazzi) e due volanti basse a metà albero; il problema è mantenere una attrezzatura semplice; IDEA 19 dal punto di vista del controllo della preflessione e della gestione dell'albero è una barca intenzionalemte semplice senza troppe regolazioni da fare in navigazione; puoi modificare l'assetto dell'albero usando le drizze, la scotta randa ed il vang come sulle derive più semplici; la sezione dell'albero è stata mantenuta generosa a costo di qualche etto in più in alto proprio per ovviare all'assenza del paterazzo, per lo stesso motivo le creocette sono ben inclinate all'indietro; io ho pensato anche ad un gennaker light per arie leggere da issare in testa d'albero, che però non è presente nei piani, poi il regolamento di classe dirà se la cosa è divertente (e quindi fattibile e "legale" in regata) o meno; se poi uno vuole mettere volanti alte e basse e "smagrire" la sezione dell'albero buon per lui, a patto che non voglia fare regate di classe

ciao Crispilo



<--- Mostra la lista dei messaggi
Comment Board developed by yMonda Limited.